Le Origini

La tradizione olearia della Famiglia Traldi nasce nell’anno 1960 quando Angelo Traldi – di Roma – acquista i 150 ettari della Tenuta, in Località La Carrozza, a Vetralla, nella Tuscia viterbese. Questo territorio era già apprezzato dalla popolazione Etrusca autoctona e da quella Romana per la sua naturale vocazione alla coltura dell’olivo il cui olio era considerato di grande qualità. La tradizionale cultura olivicola continua ancora oggi grazie all’instancabile dedizione delle eredi di Angelo: la figlia Elisabetta Traldi e la nipote Francesca Boni, attuale Presidente dell’Azienda Agricola.

Il Territorio

In passato favorita dagli scambi commerciali tra Etruschi, Greci eFenici, la zona in cui sorge la nostra
Tenuta, Vetralla, è ricca di reperti archeologi che testimoniano la cultura delle olive sin dal VI sec. a. C.. Oggi il nostro territorio ha meritato l’attribuzione della D.O.P. Tuscia (Denominazione di Origine  Protetta), per l’olio di grande qualità prodotto. La zona è di particolare interesse anche dal punto di vista geografico e paesaggistico, in quanto sita a soli 70 km a nord di Roma, a pochi minuti dal lago di Vico, a mezz’ora dal mare e dal sito archeologico di Tarquinia. Inoltre fanno da cornice a questa Meravigliosa Azienda città e paesi come Viterbo, Civita di Bagnoregio, Calcata, Bagnaia, San Martino al Cimino. La S.S. Cassia, la Cassia Veientana, la Superstrada Orte Civitavecchia, l’Autostrada A1 sono le principali ed importanti vie di comunicazione che conducono alla Tenuta.

L’Azienda

Continuando la tradizione iniziata dal nonno Angelo Traldi, Francesca Boni ha dato nuovo impulso all’Azienda di famiglia, ha dedicato particolare impegno, studi, specifiche competenze alla produzione e commercializzazione di Extravergine di grande pregio, riuscendo a valorizzare al meglio gli oli delle varie cultivar, il Frantoio, il Moraiolo, il Leccino, il Pendolino e la varietà autoctona della Tuscia, il Caninese. Francesca Boni e sua madre Elisabetta Traldi, affiancate da una squadra di professionisti del settore, seguono con dedizione e competenza tutti gli uliveti della Tenuta in ogni fase della loro vita, nel pieno rispetto della natura per ottenere un prodotto di grande qualità.

Dalle olive…all’olio!

I nostri oliveti vengono costantemente monitorati durante il corso dell’anno per garantire l’integrità e la salubrità delle drupe al momento della raccolta. Quest’ultima avviene nelle prime ore del mattino, prelevando i frutti a invaiatura (maturazione) appena iniziata per mantenere e conservare invariate le proprietà nutraceutiche. Essi vengono adagiati in piccoli contenitori areati al riparo da fonti di luce e
calore e franti entro le ore 18:00 del giorno stesso secondo il metodo della spremitura a freddo mediante processi meccanici. Il confezionamento e lo stoccaggio avvengono in locali dotati di caratteristiche e condizioni ambientali ottimali per la conservazione dell’olio.

Le varietà degli olivi, già da molto tempo esistenti nell’Azienda, sono quelle tradizionali della zona: Frantoio, Moraiolo, Pendolino, Leccino ed in particolare la cultivar autoctona Canino o Caninese. Tutti i nostri alberi sono seguiti addirittura uno ad uno in ogni fase della loro vita allo scopo di curarli e coltivarli nel miglior modo possibile rispettando la natura, fino alla raccolta, alla molitura delle drupe ed oltre, per assicurare che l’olio prodotto conservi integre tutte le preziose proprietà di cui lo ha dotato la natura.