Nell’ambito del 71° Anniversario della Repubblica Italiana, presso il Centro d’Arte Contemporanea del Montenegro (Dvorak Petrovica) si inaugura la mostra “Time after Time” di Ugo Nespolo. Organizzata dall’Ambasciata Italiana in Montenegro e l’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado, con la collaborazione di FriArte-Roma, la mostra presenta settanta opere di uno dei maggiori artisti italiani. Curata da Ermenegildo Frioni, con il contributo critico di Pasquale Lettieri e Marcello Palminteri, la mostra, come scrive Lettieri nell’introduzione, è un’occasione critica ghiotta, perché permette di entrare nei luoghi in cui il divo si trasforma in artigiano e inventa i propri trucchi e le proprie macchine sceniche, confidando che nessuno ne verrà mai a conoscenza, perché guai a scendere dal piedistallo e farsi vedere umani come gli altri, perché il circo eterno della modernità non lo contempla. Quella di Ugo Nespolo è una pittura, continua Marcello Palminteri, in cui l’artista si appropria di ogni riferimento sociale e culturale, di ogni citazione popolare e colta che, entrando nella sua opera come attraverso l’obiettivo di una cinepresa, si trasforma in impianti compositivi scanditi da sequenze di piani che si sovrappongono, ruotano intorno a sé, come in un puzzle virtuale in cui ogni riferimento al vero viene a deflagrarsi, esplodendo in un virtuosismo che ci ricorda prodezze strumentali, canore, cinematografiche, sportive, circensi, in definitiva raccontando, attraverso la lente dell’immaginazione, il teatro del mondo. La mostra potrà essere visitata sino al 28 giugno 2017.

Olio Traldi è sponsor ufficiale della manifestazione, seguite tutti gli aggiornamenti su Facebook